Una storia di successo: Tessuti Raspberry Creek

18 gennaio 2022

Avventure nell'automazione 

Nel 2010, un'appassionata di cucito domestico di nome Diana Rammell si sentiva insoddisfatta della qualità e della selezione dei tessuti nei suoi negozi locali. La sua soluzione? Ha fondato Raspberry Creek Fabrics e ha iniziato a vendere tessuti su Etsy. Dopo dieci anni, la sua piccola azienda si è espansa fino a produrre centinaia di tessuti per abbigliamento personalizzati e a fornire una stampa tessile ecologica in-house per designer di tessuti e piccoli rivenditori. E ora si sta scrivendo il prossimo capitolo della storia: l'automazione.

A piccola impresa con grandi idee 

Diana ha iniziato a progettare i propri materiali, che avrebbe fatto stampare in serigrafia a Los Angeles. Con la crescita dell'azienda, si è passati dall'esternalizzazione della stampa all'investimento in una propria apparecchiatura di stampa digitale e Justin, il marito di Diana, è salito a bordo per dare una mano. Nonostante sia un avvocato impegnato, si è trovato improvvisamente al timone di un'azienda di stampa digitale in crescita, mentre Raspberry Creek si espandeva per offrire un servizio di stampa ad altri designer di tessuti e piccoli rivenditori. 

"La nostra attività si rivolge alle persone che cuciono per sé e per la propria famiglia", spiega Justin. "Produciamo molte stampe stagionali - ad esempio, attualmente abbiamo circa 50 disegni natalizi disponibili, che possono essere stampati su una gamma di 30 diversi tessuti di base. Stampiamo tutto ciò che viene venduto, su richiesta, invece di tenere in magazzino i tessuti stampati; il nostro punto di forza rispetto alle aziende di tessuti tradizionali è che possiamo offrire un numero illimitato di disegni senza sprechi". 

Tessuti Raspberry Creek utilizza Shopify per la sua piattaforma di commercio elettronico. I clienti selezionano un disegno o caricano la propria immagine, scelgono il tessuto ed effettuano l'ordine. Grazie a una combinazione di Caldera e di un software proprietario, gli ordini vengono raggruppati automaticamente per tipo di tessuto e inviati direttamente agli stampatori. "È un sistema unico", dice Justin, "e ci permette di inserire più immagini sul sito web, perché le immagini non devono essere elaborate manualmente". L'azienda utilizza Caldera RIP come parte di questo processo, e la sua flessibilità nell'impostare hot folder e flussi di lavoro lo rende possibile. Di recente hanno anche investito in Caldera PrimeCenter per l'automazione della prestampa per integrare nesting e taglio. 

Justin fa un esempio: "Abbiamo un cliente che crea body personalizzati. Progetta un body unico per ciascuno dei suoi clienti e poi carica i modelli sul nostro sito web. I modelli passano automaticamente attraverso PrimeCenter, che li annida e aggiunge i segni di taglio. Poi vengono raggruppati automaticamente per la stampa del tessuto da bagno, senza dover toccare i file durante l'intero processo di stampa e taglio. In questo modo, i clienti con prodotti in pezza possono trarre vantaggio dal nostro flusso di lavoro automatizzato". 

Questo assetto consente all'azienda di espandersi rapidamente. Raspberry Creek ha ora un Kornit Allegro, EFI Reggiani macchine per tintura, una calandra Klieverik e una Taglierina digitale Zünde offrono ai clienti la possibilità di scegliere tra 30 substrati diversi, con particolare attenzione ai tessuti per abbigliamento a maglia. "Ci rivolgiamo soprattutto a chi cuce in casa e ai piccoli negozianti", dice Justin. "Per esempio, chi produce coperte o abbigliamento per bambini da vendere nelle boutique: un sacco di business-to-business. Io lo chiamo business-to-small-business". 

Caldera - la scelta più ovvia 

Nonostante l'esperienza con altri programmi di RIP , Justin è entusiasta di Caldera. "Caldera per noi funziona senza problemi", dice. Raramente abbiamo problemi e sappiamo che, in caso di problemi, l'assistenza tecnica li affronta, li risolve e li risolve". Una volta configurato correttamente, Caldera funziona senza problemi e non dobbiamo preoccuparci giorno per giorno. Non è un problema che dobbiamo risolvere. 

"Amo Caldera anche perché è sempre innovativo. Prima ero frustrato dai continui aggiornamenti, ma quando ho guardato le note di rilascio, ho visto che c'erano sempre nuove funzionalità importanti che rendevano il nostro lavoro più facile. Quindi ora voglio rimanere aggiornato su CalderaCare perché sono entusiasta delle nuove funzionalità. E se parlo con lo specialista del flusso di lavoro di Caldera, Joey Phillips, di un problema o di una frustrazione, lui lo aggiunge all'elenco di sviluppo e poi lo vedo come un miglioramento nella nuova release successiva. Possiamo constatare che Calderaè talmente avanti rispetto a tutti gli altri RIP presenti sul mercato che non credo che nessuno degli altri possa raggiungerlo dal punto di vista tecnico". 

Quale sarà il prossimo passo di Raspberry Creek? 

La collaborazione con Caldera e il suo software per un'ulteriore automazione è la prossima fase dell'evoluzione dell'azienda. "Vogliamo sviluppare questa automazione per offrire un maggior numero di tessuti per abbigliamento personalizzati e dare ai nostri clienti più opzioni per i capi di abbigliamento che realizzano. Vediamo anche che molti dei nostri modelli interni funzionano bene per l'arredamento della casa, e useremo l'automazione per aiutarci a espanderci in questa nuova area del mercato. Gli strumenti che Caldera ci mette a disposizione ci consentiranno una transizione senza soluzione di continuità: la capacità di Calderadi avere un plug-in per tutte le stampanti presenti sul mercato significa che, con la mia attuale configurazione, potrei acquistare una stampante HP e iniziare a offrire carta da parati domani stesso". 

Carta da parati, cuscini, tende e arredi: sembra che le case americane ben vestite del futuro indosseranno sicuramente Raspberry Creek! 

 

Siete interessati a Caldera?

Contattateci per richiedere una demo delle nostre soluzioni o per discutere i vostri progetti di grande formato con un rappresentante.

Contattateci




Altri messaggi